progetto

Ferrara è nata e cresciuta sull’acqua. Affermazione banale, ma che forse vale la pena ribadire, dato che spesso si tende a dimenticare quanto questo elemento sia stato centrale nel passato e continui ad essere cruciale anche ora, per lo sviluppo positivo del territorio.

 Il progetto “Verso un Contratto di Fiume per Ferrara” parte da questo presupposto, quindi dalla consapevolezza del ruolo fondamentale giocato dal Po e dalla sua fitta rete di rami e canali nella definizione dell’identità e del paesaggio estense, per proporre alla comunità un percorso aperto e partecipato, finalizzato a preservare e valorizzare questo straordinario patrimonio.

L’obiettivo è costruire insieme – raccogliendo gli stimoli, i consigli, le esperienze e le visioni dei cittadini, delle associazioni, delle aziende e delle istituzioni – un Contratto di Fiume, ovvero un catalogo di linee guida che il Comune potrà adottare e integrare in un protocollo di intesa insieme agli altri Enti territoriali impegnati nella gestione delle acque. 

Sembra facile, vero? Non così tanto. Le vie d’acqua hanno molteplici utilizzi, ognuno le guarda e le interpreta a modo proprio. C’è chi le vede come riserve idriche, per i campi che hanno bisogno di essere irrigati. C’è chi le vede come autostrade verdi e blu dove navigare, organizzare crociere e gite turistiche. C’è chi le vede popolate di animali e specie vegetali e vorrebbe mantenerle il più possibile lontane dall’uomo, per fare in modo che possano tornare ad essere e conservarsi come sorprendenti oasi di biodiversità. C’è chi le guarda e vede solo argini e potenziali nuove piste ciclabili, chi invece è interessato unicamente ai pesci che potrebbero abboccare alla propria canna da pesca. Nessuno ha ragione e nessuno ha torto, ma difficilmente senza una strategia condivisa si riuscirà a tutelare una ricchezza così complessa e delicata e far sì che possa esprimere le sue tante anime e vocazioni. 

Il progetto intende innanzitutto mappare gli stakeholder interessati all’argomento – istituzioni, consorzi, aziende, associazioni, gruppi informali – e aggregare i cittadini che hanno a cuore il fiume, per discutere insieme problemi e opportunità e arrivare a formulare un documento unitario, da sottoporre all’amministrazione. Un Contratto che il Comune e gli altri Enti coinvolti nella gestione del territorio potranno adottare per testimoniare il proprio impegno, e che saranno pubblicamente chiamati a rispettare.

mappare gli
stakeholder

riunire e
condividere

stesura linee
guida

ondina

documenti

I report degli incontri pubblici saranno di volta in volta pubblicati qui, a disposizione di chiunque fosse interessato, insieme ad altri documenti utili a inquadrare l’argomento. 

 

IL PROGETTO: TESTO COMPLETO – pdf

 

REPORT PRIMO INCONTRO 

 

REPORT SECONDO INCONTRO

 

REPORT TAVOLO DI NEGOZIAZIONE

ondina

Il progetto “Verso un Contratto di Fiume per Ferrara” nasce nell’ambito del Gruppo Blu, gruppo di lavoro tematico creato all’interno della Rete Giustizia Climatica Ferrara. Ideato e coordinato dall’associazione Fiumana, in collaborazione con CSV Ferrara, Ilturco e Rete Giustizia Climatica, è finanziato grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna.